Il Gewurztraminer, il vitigno dal profumo di rosa

Vitigno inconfondibile. Il nome è difficile da pronunciare e, per contro, il vino è molto facile da identificare grazie agli aromi tipici di rosa e cannella. Non a caso la traduzione letterale del nome è Traminer speziato.

Il suo nome deriva dal paese di Tramin (Termeno) nell’Alto Adige e, proprio in questa zona, raggiunge massima diffusione e grande tipicità. 

Altra particolarità del Gewurztraminer è la buccia rosa delle sue uve. I vini sono invece bianchi, tendenzialmente asprigni e di corpo pieno. 

È in grado di sviluppare alcolicità elevate (13,5 gradi e più sono frequenti), ma quasi sempre sostenute da adeguata struttura e grande corredo aromatico. 

L’unico difetto che si può attribuire a questi vini è di essere un po’ troppo ricchi e quindi, a volte, peccare di pesantezza, oltre a non essere di facile abbinamento dal punto di vista gastronomico. 

Viene vinifcato esclusivamente in acciaio ponendo attenzione a evitare la fermentazione malolattica per non privarlo dell’acidità malica che ne equilibra alcolicità e struttura.

Il bouquet è sempre caratterizzato da profumo di acqua di rose, cannella e frutta tropicale, a volte agrumi. Il sorso è avvolgente, morbido, sapido e persistente, con buona acidità e chiusura amarognola. 

Si segnala che la varietà che ha dato origine al vitigno è il Traminer, a bacca verde chiaro e profumo molto meno intenso. È tutt’ora coltivato nelle pianure del Veneto orientale. Si ritiene che il Traminer sia la stessa cosa del vitigno alsaziano Savagnin, utilizzato per il vin jaune nel Jura. 

ZONE DI PRODUZIONE: Alto Adige, Val di Cembra, Friuli, Alsazia. 

L'autore /

info@geppa.it

Laurea in giurisprudenza e una grande curiosità per il cibo e il vino. Il mondo del vino mi ha tirata con forza per il bavero della giacca e ora è diventato il mio lavoro a tempo pieno. Sono docente e degustatore ufficiale Fisar da quasi una decina d’anni (come passa veloce il tempo), ho collaborato con il blog WiningPress di Umberto Gambino e ora faccio parte della squadra di degustatori di Slow Wine. Assaggio, scrivo, insegno. Acquista in cantina è il progetto che unisce la mia attitudine alla divulgazione e alla trasmissione della conoscenza con l’anima più concreta che ho sviluppato nel mio percorso di studio e di lavoro, e che ora mi ha fatto scoprire le potenzialità dei social media e dell’e-commerce. Il mio sogno è la diffusione a macchia d’olio di una corretta cultura legata a ciò che mangiamo e beviamo. Senza paroloni o sovrastrutture. Il vino e il cibo devono essere buoni, semplici, rispettosi dell’ambiente e avere un prezzo giusto. Difficile? Di questi tempi forse sì, ma su Acquista in cantina cercheremo di far trovare prodotti con queste caratteristiche e di farli conoscere in modo semplice.

Scrivi un commento